Camminare in quota

MALGA_DA_NANA

Ecco a voi le principali escursioni in quota in Valle:

Monte Roen 2116 m – Passo Mendola- Rifugio Genzianella- Rifugio Mezzavia- Malga Romeno : Lunghezza: 16 km a/r Durata:  6 ore

Il Monte Roen, con la sua cima quasi pianeggiante, si affaccia a picco sulla Val d’Adige. Con i suoi ben 2000 metri è la cima più elevata della Catena della Mendola. La salita dal Passo Mendola, che collega la Valle di Non alla Valle dell’Adige, è una escursione poco impegnativa e si può fare in ogni stagione. Si snoda in gran parte lungo le strade forestali con un andamento pianeggiante nei fitti boschi e con modeste salite. Dalla cima si può ammirare un panorama spettacolare sulla Valle di Non e la Val d’Adige.

Itinerario
Dal Passo Mendola  parte il sentiero segnavia 500/521 lungo la strada forestale. Si prende la direzione Rifugio Genzianella – Rif. Mezzania inoltrandosi nel fitto bosco su una strada quasi pianeggiante. Lungo il percorso si incontrano silenziose radure e solitarie casette in legno. Dopo 2 km scarsi si raggiunge il Rifugio Genzianella e si continua a sinistra sul sentiero n. 500/521 fino al Rifugio Mezzavia, situato direttamente sulla pista da sci. Si procede ancora per la forestale nel bosco e alzandosi in quota si arriva a Malga Romeno (1773 m), dove poco più avanti si inizia a scorgere lo spettacolare scenario delle Dolomiti. Da Malga Romeno mancano pochi kilometri alla vetta e dopo un sentiero in costa, che sale attraverso un bosco sempre più rado, si raggiunge la cima pianeggiante che si affaccia sopra la Val D’Adige.
Per il ritorno seguire lo stesso itinerario della salita.

Dolomiti di Brenta – Pian della Nana – Monte Peller : Lunghezza: 20 km a/r Durata: 6 ore

Si tratta di un estesissimo alpeggio e rappresenta uno dei luoghi più spettacolari nei dintorni di Tovel: un anfiteatro naturale tra 2100 e 2400 m di quota racchiuso dalle cime del Sasso Rosso, Cima Nana, Cima Cesta, Monte Peller, Cima Uomo, Cima Vallina e Castellazzo. Il percorso è quasi pianeggiante con dei saliscendi che portano ad un dislivello totale di circa 800 metri.

Percorso
Dal comune di Cles percorrere la strada sterrata per circa 18 km in direzione del Rifugio Peller. Prima di arrivare al rifugio, in prossimità del bivio del laghetto Dorigat, si può parcheggiare l’auto. Prendere la strada forestale fino a Malga Tassulla, da dove si possono ammirare splendidi panorami sulla Val di Non e sulle vette del Brenta. Da qui si apre Pian della Nana e sullo sfondo Sasso Rosso. Prendendo il sentiero in costa n. 336 si costeggia il Monte Pellerot fino al Passo della Nana. Dal passo si raggiunge Cima Nana e si ridiscende per il ghiaione sotto il Sasso Rosso e avvistando il bivacco Costanzi.  Inizia ora il rientro per il sentiero G. Albasini che risale il ghiaione verso Cima Nana. Attraverso poi la Selletta di Nana si ritorna sul sentiero 336 dell’andata.

SORES-Mezzocorona: Durata: 9.30 – 10.00 ore

Il percorso “Sores-Mezzocorona” fa parte del Sentiero Italia. Si sale dall’Albergo Sores verso Sella di Favogna. Incrociando altri sentieri si prosegue il sentiero n. 503. Tagliando il fianco di alcune cime si raggiunge il Valico Prà d’Arza, incorciando i sentieri 504 e 510. Proseguire sul sentiero 504 fino alla cima del Monte Cuc. Si scende poi di quota e attraverso un percorso attrezzato si cala lungo una parete verticale con scale di metallo. Arrivati in fondo si gira a sinistra verso La Portaza. Da qui si risale fino alla vetta Roccapiana. Proseguire sul sentiero 518 verso Rifugio Malga Craun e imboccare il segnavia 507 più pianeggiante. Incrociato il sentiero 504 lo si segue fino alla stazione della funivia per Mezzocorona. Per chi desidera si può completare la traversata proseguiendo dalla stazione della funivia sul sentiero 504 con magnifica vista sulla Piana Rotaliana e su Mezzocorona fino al parcheggio della funivia.

Lago di Tovel- Malga Flavona: Durata: 2 ore

Nel cuore del massiccio del Brenta, all’interno del Parco Naturale Adamello-Brenta, poco distante dal lago di Tovel, si apre l’ampia e suggestiva Valle di Santa Maria di Flavona.
Al centro della valle si trova malga Flavona (1860 m.) importante sito montano famoso per i bei panorami e per essere punto di partenza di molte escursioni in alta quota (verso il Passo del Grostè seguendo i sentieri 330 e 301). Malga Flavona costituisce, assieme al territorio circostante che si estende per tutta l’area della cosiddetta Sassera Selvata, un biotopo di importante valore naturalistico e faunistico.
Il paesaggio è caratterizzato dalle “marocche”, estesi depositi franosi abitati da colonie di pino mugo e dalla ricca vegetazione d’alta quota.

Malga Flavona è facilmente raggiungibile dal Centro Visitatori del lago di Tovel. Seguendo il sentiero n. 314 si attraversa Malga Pozzol (1632 m.) e da qui, deviando a sinistra sulle tracce del sentiero 371, si sale fino a raggiungere la malga in circa due ore di cammino.
Maddalene – Malga Brodolona –Lago Trenta: Lunghezza: 16 km a/r Durata: 3.00 ore

Dai Bagni di Bresimo si raggiunge la Malga Bordolona di Sotto in auto con strada asfaltata (9 km). Si prosegue a piedi sul sentiero 136 salendo attraverso i pascoli in direzione della Malga Bordolona di Sopra. Il tracciato taglia i tornanti della strada sterrata che unisce le due malghe.Raggiunta la Malga Bordolona di Sopra si prende l’indicazione del Lago Trenta (Alplaner) su comoda traccia segnata. Si entra nella Val del Vento fino ad arrivare al Passo Alplaner con il Lago Trenta e la sua cima.

Informazioni di Contatto

Agritur Renetta

via di Campo 65/Q

38010 Tassullo (TN)

Phone : +39 0463 450794

Email : info@agritur-renetta.it